29. noviembre 2017 - 14:00

MuseiEmotivi Quarta Edizione, Italia, miércoles, 29. noviembre 2017

Quarta Edizione del Training formativo MuseiEmotivi in programma ad Arezzo nei giorni 29 novembre - 2 dicembre 2017

INFO e Iscrizioni entro il 5 novembre 2017

____________________________

Musei | Cose | Emozioni
In questa quarta edizione di MuseiEmotivi, su proposta della Fondazione Ivan Bruschi di Arezzo, abbiamo scelto di metterci in gioco in un nuovo contesto museale: quello di una Casa-Museo – dedicata al grande antiquario aretino Ivan Bruschi. Questa Casa-Museo ci ha subito incuriosito come scenario diverso e diversificato in cui far crescere il nostro metodo di ricerca interdisciplinare basato sul tema #MuseiEmotivi e in cui declinare l’approccio emotivo con modalità appropriate al luogo.
Un luogo prestigioso e suggestivo, dotato di una forte valenza simbolica nel contesto storico-artistico cittadino e di un meraviglioso affaccio sull’antica Pieve romanica di Arezzo. Un Museo vissuto, collocato nel cuore antico della città: un contenitore che – a partire dalla sua denominazione – si annuncia e si pone nella sua duplice veste di museo e di casa: un museo-casa ricolmo di oggetti di antiquariato, reliquie, reperti, memorie, storie. Il luogo ideale per sperimentare in che modo fare convivere la dimensione aulica del “museo” con quella domestica della “casa”, fondere il carattere pubblico del primo con la sfera privata della seconda, per cercare di dare vita ad un percorso ancora più complesso, articolato e suggestivo di emozioni. Dove l’opportunità è quella di passare “dagli oggetti alle cose”, di legarli al loro vissuto materiale e immateriale, al vissuto delle persone che li hanno trovati e raccolti fino al vissuto delle persone che li hanno collezionati ed esposti in casa loro fino a farli diventare – appunto – “cose” animate da nomi, luoghi, memorie, storie…
Il focus di questa quarta edizione è pertanto quello della dinamica tra museo e casa, tra oggetti e cose. Una scelta che ci porta ad affrontare tematiche ben più ampie che riguardano la diversità dei linguaggi e degli approcci e dei modi in cui questi possono fare di ogni museo un luogo unico e irrepetibile. Un’occasione per comprendere meglio come l’emozione, la partecipazione e il coinvolgimento dei diversi pubblici possano contribuire ad accrescere i processi conoscitivi e di apprendimento nei Musei del nostro secolo.
(MuseiEmotivi Board)

COME
Il training si articola nell’arco di tre giornate di studio/lavoro, alternando sessioni frontali, dibattiti e tavole rotonde a laboratori creativi in situ sul caso in esame: un percorso condiviso denso e intenso, nel quale gli elementi conoscitivi forniti dal panel di esperti si confrontano, si integrano e si riversano all’interno dell‘attività laboratoriale, consentendo ai partecipanti di maturare in chiave multidisciplinare l’esperienza di un processo analitico/progettuale estremamente ricco e stimolante.

________________________________

CHI
Un panel di professionisti e di esperti altamente qualificati ed un approccio concretamente multidisciplinare per esplorare il rapporto tra emozioni e conoscenza alla luce delle competenze di filosofi, psicologi, museologi, museografi, ricercatori nelle nuove tecnologie e nell’audience development, ecc.

L’attività formativa comprende:

Interventi frontali da parte di esperti e professionisti del settore seguiti da dibattiti e tavole rotonde
Laboratori creativi in situ sul caso di studio
Visite e iniziative culturali

Intervengono:

Alberto Del Bimbo, direttore MICC (Media Integration and Communication Center, Università di Firenze) | NEMECH – New Media for Cultural Heritage | Board MuseiEmotivi
Renè Capovin, musil – museo dell’industria e del lavoro | Fondazione Luigi Micheletti Brescia
Cristina Da Milano, ECCOM comunicazione e didattica museale
Olivier de Ville de Goyet, ideatore e coordinatore di museoguide.it e museonews.it
Marcella Dondoli, Pedagogista e Counsellor I Livello
Giuliano Gaia, co-fondatore InvisibleStudio e Musei-it (Milano | Londra)
Giuliana Geronimo e Giacomo Giannella, Fondatori StreamColors Srl
Lorenzo Greppi, architetto-museografo, Fiesole (FI) | Board MuseiEmotivi
Roberta Lanfredini, professore ordinario di Filosofia teoretica, Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università di Firenze
Paolo Mazzanti, ricercatore MICC/Nemech | | Board MuseiEmotivi
Claudio Rosati , SIMBDEA Società italiana per la museografia e i beni demoetnoantropologici
Fabio Viola, User Behavior/ Gamification & Engagement Design
Sergio Vitale, Psicologia generale e Psicologia dell’arte e della letteratura Università di Firenze
Esperti ricercatori dei Centri di Competenza e di Ricerca NEMECH (New Media for Cultural Heritage), e MICC (Media Integration and Communication Center) – Università degli Studi, Firenze

Intervengono inoltre:

Carlo Sisi Conservatore della Fondazione Ivan Bruschi
Elisabetta Bidini, Paola Falsetti Coordinamento attività Fondazione Ivan Bruschi
Serena Cappelli, Luca Lunghi Staff Casa Museo Ivan Bruschi

Supervisione Generale – Fondazione Ivan Bruschi:

Maria Ide Moretti, Stefano Pierucci, Marta Cirinei Referenti Ubi Banca

MuseiEmotivi Quarta Edizione

Encuentra eventos más interesantes
Obtener recomendaciones de eventos en base a su gusto Facebook. ¡Consiguelo ahora!Muéstrame los eventos adecuados para míAhora no